Esempio di raddrizzamento analitico con misure Laser

Tecnica del tutto nuova che usa le distanze misurate con un metro laser, esempio Disto della Leica, per raddrizzare una foto.

Per procedere è sufficiente una fotocamera, un cavalletto fotografico ed un metro laser.
raddrizzamento laser Dalla posizione che si ritiene più opportuna eseguire la presa fotografica con fotocamera montata su cavalletto.
Montare il metro laser, con l'opportuno attacco di cui è fornito, sul cavalletto al posto della fotocamera. Puntate e misurate la distanza di almeno quattro punti giacenti sul piano da raddrizzare.

Con il programma TriDmetriX caricate l'immagine e individuate i punti di cui avete misurato la distanza dal punto di presa.
Le distanze dei punti possono essere inserite manualmente una alla volta o caricate da un file di testo comunque formattato.
Se desiderate, potete specificare la geometria del cavalletto per ottenere precisioni maggiori

Lanciare il calcolo e scegliere l'area da raddrizzare. Viene così creata l'immagine raddrizzata che deve ancora essere ruotata indicando un segmento verticale o orizzontale o di inclinazione qualsiasi purchè nota. Questo perchè le distanze fornite non specificano in maniera univoca un sistema di riferimento esterno; pertanto l'immagine raddrizzata risulta ruotata tanto quanto lo era la fotocamera attorno all'asse dell'obiettivo al momento della presa. L'uso di cavalletti muniti di livella limita tale rotazione, ma non riesce quasi mai ad eliminarla vista la scarsa precisione di tali livelle. Lo strumento di rotazione vi permette di riportare l'immagine alla rotazione corretta. Potete ora esportare in formato dxf il box-ingombro dell'immagine alla scala cad voluta così da importare e adattare l'immagine all'interno del box stesso nel vostro cad.